Quando si ha bisogno di collocare i bambini in un luogo sicuro, a prescindere dalle esigenze genitoriali, bisogna avere le idee chiare sul luogo di destinazione.
Esistono diverse possibilità per istruire o intrattenere i propri figli lontani dalle mura domestiche ed in questo articolo ne spiegheremo le differenze: vi è, infatti, ad oggi una certa confusione in questa materia perché vi sono sempre più scelte da affrontare in merito, ma cercheremo di fare chiarezza quanto possibile.

Cos’è un asilo nido?

Un asilo nido è uno spazio che, strutturato secondo criteri para-scolastici, opera per l’educazione dei bambini che vanno dai 3 mesi ai 3 anni. All’interno di questo luogo vi sono, infatti, attività che preparano alla scolarizzazione dell’età immediatamente successiva e alla socialità dei più piccoli. Coloro he usufruiscono di questo servizio, sono solitamente figure genitoriali che hanno diversi impegni lavorativi da ottemperare con frequenza e che hanno bisogno di separarsi dal bambino per ragioni logistiche.
Le insegnanti che guidano le attività giornalmente, rispondono ad una vera e propria programmazione, così da regolarizzare le tempistiche dedicate alle attività, al gioco, al riposo ed al servizio mensa, in questo modo riescono ad avere un rapporto individuale con i bambini.
L’iscrizione, che viene fatta in modo annuale, comprende tutto il periodo che va da settembre a giugno, al pari di qualsiasi istituto scolastico, e prevede, per coloro che ne hanno bisogno, anche il servizio mensa.

Che cos’è un baby parking?

Il baby parking è un servizio che viene offerto da strutture che ne hanno le competenze e le dimensioni per bambini dai 13 mesi ai 6 anni di età. Generalmente, questa struttura accoglie diversi bambini nello stesso luogo (non operando la separazione per fasce d’età) e li intrattiene secondo l’orario stabilito. L’ingresso nel baby parking è, quindi, stabilito secondo ticket emessi all’ora e non supera mai le 5 ore consecutive.
Questo servizio è ideale per coloro che hanno bisogno di intrattenere i figli in modo non continuativo, affidandoli ad educatori che riescano a stimolarli, senza bisogno di iscrizione.

Cos’è la ludoteca?

Un discorso ancora diverso è quello che descrive il senso delle ludoteche: la prima specifica da fare è che i bambini non vengono affidati all’operatore che mantiene l’ordine al suo interno, poiché dovrebbe sempre registrarsi la custodia del genitore che quindi deve essere presente.
Queste strutture, solitamente, sono piene di giocattoli e di stimoli per i bambini che superano i 3 anni e propongono diversi laboratori ed attività particolarmente divertenti.
Le persone che programmano ed assistono a questo servizio, sono educatori ed hanno competente specifiche nell’ambito della pedagogia.
Non sono invece previsti spazi dedicati alla mensa o al riposo.

Differenze delle strutture nei ruoli da presentare ai bambini

Dopo aver descritto singolarmente le tipologie di intrattenimento e di educazione ad oggi presenti, per fare in modo che i bambini si divertano anche lontano da casa, possiamo riassumerne le differenze: nel caso in cui occorra una soluzione continuativa e con orari ampi per un bambino piccolo, si può optare per l’iscrizione annuale all’asilo nido; se invece occorre un servizio temporaneo e non giornaliero di intrattenimento, allora il baby parking può rappresentare un’ottima soluzione; nel caso in cui invece si voglia far sviluppare la socialità del piccolo all’interno di una programmazione interamente dedicato al gioco, non c’è altra soluzione se non la ludoteca.
La ludoteca, ad esempio, può decidere in autonomia di modificare i servizi offerti o i giochi presenti al suo interno ed incrementarne di diversi: si pensi alla presenza di giostre gonfiabili.
La vigilanza che viene offerta dagli operatori, che comunque non è assimilabile ai compiti di custodia realizzati dalla presenza genitoriale, permette che si posa usufruire di ciò che viene offerto dalla struttura in modo ordinato e sicuro per tutti; a tal punto che, nella ludoteca e non solo, vi sono pavimentazioni adatte per i rimbalzi dei più piccoli, formate da pannelli modulari in gommapiuma rivestita.
Le ludoteche, inoltre, possono organizzare laboratori con i bambini, oppure essere i luoghi ideali per lo svolgimento dei compleanni, così da coinvolgere il maggior numero possibile di amici del festeggiato ed assicurare loro qualche ora di puro divertimento, sotto l’occhio vigile di genitori ed addetti del mestiere.
In generale, le ludoteche ampliano la propria gamma di servizi offerti a seconda delle esigenze familiari e per questa ragione, occorre informarsi bene circa tutte le attività che vengono descritte.